AREA RISERVATA

Per effettuare il login è sufficiente compilare i campi sottostanti.

Società e ditta individuale: le differenze

La modifica dell'agenzia, ovvero trasformare un rapporto da persona fisica a personalità giuridica (o anche modificare l'assetto societario trasformando il tipo di società; o anche il solo inserimento; oppure l'uscita di un nuovo socio), senza la preventiva accettazione da parte della mandante, puo' comportare la perdita del mandato o la cancellazione del pregresso rapporto, con ripercussioni sulle indennità e sul preavviso.
La tentazione di creare società da parte di molti agenti è alta al fine di ridurre il carico fiscale o perché invogliati dalle mandanti. Ciò avviene sovente senza pensare alle possibili ripercussioni, anche gravi. Spesso il tutto viene realizzato con molta superficialità ed è anche da dimostrare che vi sia un reale risparmio fiscale.

Di seguito due possibili casi:

1) La comunicazione alla mandante di trasformazione dell'assetto giuridico, fa decadere il vecchio contratto ad iniziativa dell'agente con la perdita dell'anzianità e di tutte le indennità ad esclusione del Firr. Le indennità che si potranno perdere sono: - IND. SUPPLETIVA DI CLIENTELA, - IND. MERITOCRATICA, - PREAVVISO, - IND. CESSAZIONE RAPPORTO, - EVENTUALE IND. MANEGGIO DENARO.

2) Modifica all’assetto societario (uscita o entrata di un socio dalla società).
- non si ha diritto alle indennità,
- In caso del raggiungimento dell'età pensionabile da parte di un socio, mentre l'agente persona fisica ha diritto a tutte le indennità, il socio che ha raggiunto l’età pensionabile non puo’ rivendicare il diritto alle indennità ed inoltre vi è il rischio di disdetta del contratto alla società per la modifica all'assetto. 

In caso di contenzioso

L'agente in forma societaria ha come foro competente in caso di vertenza quello del luogo ove la mandante ha la propria sede. Non e' comunque competente la Magistratura del Lavoro, ma il Tribunale ordinario civile, con aumento dei tempi di giudizio prima di poter giungere alla sentenza. Inoltre vi è la concreta possibilità di vedere decisa la controversia da un magistrato con limitata esperienza in materia di diritto del lavoro. Notevole aggravio dei costi da sostenere per l’instaurazione del giudizio in termini di:

1) spese vive, dovendosi sempre e comunque versare per intero il contributo unificato (variabile a seconda del valore della causa). Mentre dinanzi al Giudice del Lavoro tale contributo è dovuto al 50% e solo se il reddito familiare imponibile è superiore a € 31.884,48 (altrimenti risulta esente);

2) spese legali, trovandosi di fatto costretti a munirsi di due difensori di cui uno destinato a comparire alle udienze dinanzi al Tribunale competente, solitamente lontano dalla sede della società-agente.

Nel caso di fallimento o di concordato fallimentare, poi, i crediti dell'agente società di capitali verranno quasi sempre riconosciuti in via chirografaria e non privilegiata. • L'agente società di capitali non ha diritto ai versamenti contributivi Enasarco, e pertanto non maturerà alcuna pensione. 

Ed ancora:
• Una Srl richiede, a differenza della semplice ditta individuale titolare di partita Iva, il deposito di un bilancio al registro delle imprese ogni anno, con tutte le spese di gestione annesse e connesse.
• le banche stesse saranno meno incentivate a concedere un credito a imprenditori che non hanno un capitale depositato, acquisto casa, auto, ufficio.
• E' obbligatoria la contabilità ordinaria, con costi ed incombenze notevolmente superiori.

Prima di prendere una decisione così importante (modifica assetto giuridico variazioni soci) è bene riflettere e meditare sulla reale convenienza della costituzione della società. E' opportuna un’autorizzazione scritta della mandante con riconoscimento dell'anzianità ed indennità pregresse.

NEWSLETTER

Per iscriverti alla nostra newsletter è sufficiente inserire la tua email nel campo sottostante.
Copyright © 2014 - Tutti i diritti riservati FENYCI